Konrad
L'abuso di alcol tra i giovani
Dall'archivio Ultimi Articoli

Dall’archivio: USO E ABUSO. L’abuso di alcol tra i giovani sta diventando un problema molto serio nella nostra società.

Tempo di Lettura 3 Minuti

Sempre più spesso si assiste ad un consumo smodato di queste sostanze, che se usate in eccesso possono causare innumerevoli problemi specie nei più giovani. Gli incidenti stradali sono la conseguenza più comune di tale consumo, molte volte con risultatati rovinosi; colpi di sonno, vista annebbiata, sono le cause più comuni di questi eventi.

Mettersi alla guida quando si sono consumati degli alcolici è sempre un rischio sia per la propria incolumità che per quella di chi ci sta attorno.
L’organizzazione mondiale della sanità ha evidenziato che un quarto dei decessi di giovani tra | 15 e 29 anni in incidenti stradali è causato dal consumo di queste sostanze. Bisogna anche dire che la pubblicità non aiuta sicuramente; i suoi messaggi sono molte volte incoraggianti del consumo di sostanze alcoliche è fatto appare come segno distintivo di mascolinità e forza, senza dare spazio agli effetti devastanti.

Nella nostra cultura il dato più preoccupante è che i giovani fanno uso di queste sostanze per i motivi legati al divertimento. Lo stato di euforia, la disinibizione sono gli effetti più ricercati. Il consumo non è più legato al gusto, ma ad altre dalle caratteristiche principali del prodotto.
Indubbiamente, il consumo moderato di alcolici non desta preoccupazioni. Inizia invece a diventare un problema quando supera una certa soglia ed esce dai limiti consentiti, determinando un’eccedenza difficile da controllare.

Sicuramente bere una birra con gli amici non determina una dipendenza; il problema inizia, quando l’utilizzo avviene in modo costante ed aumenta sempre più. Le motivazioni che spingono un giovane a diventare dipendente dall’alcol sono molteplici. Bere può essere un modo per integrarsi: nel mondo degli adulti e bere è il preludio alla dipendenza: molte volte invece l’assunzione di alcol funge da automedicazione per alleviare sofferenze riconducibili alla crisi adolescenziale, a depressione, ansia che molte volte accompagnano le vite dei giovani. Questa forma di consumo avviene solitamente in solitudine, la ricerca dell’altro è evitata e la degradazione avviene molto rapidamente. c’è poi da considerare l’alcolismo tossicomane. Infatti, il tossicodipendente alterna spesso l’assunzione di droghe con l’alcol, che ha il valore di una droga.
Come si vede, l’utilizzo di alcolici non è da sottovalutare; possono facilmente originare un problema che si ingrandisce sempre più e dal quale è difficile uscire, qualora non sia più controllato. L’uso dell’alcol è un fenomeno che il più delle volte è sottovalutato e considerato dalle famiglie del tutto normale, tanto è vero che solitamente l’iniziazione avviene tale mura domestiche, con un consumo durante i pasti. Fin qui tutto nella norma. Con il passare del tempo pero, il giovane si svincola sempre più dalla famiglia e inizia a ricercare un’identità propria che si delinea nel gruppo di pari.

È da qui, infatti, che i comportamenti trasgressivi, come l’abuso, si manifestano, sfuggendo molte volte dal controllo con conseguenze irreparabili.

In un’indagine della polizia stradale si è evidenziato che il 50% degli incidenti della strada tra i giovani è causato da un impiego esagerato di alcolici. Una percentuale per niente tranquillizzante, destinata ad aumentare se i ragazzi non saranno maggiormente informati suoli effetti di queste sostanze sul normale svolgersi della vira e sulla salute e il benessere dei giovani con danni anche molto importanti.

Le ricerche confermano che l’uso degli alcolici fa un salto significativo dopo i 18 anni, età dell’indipendenza economica e dell’ingresso nel modo del lavoro.


Troppi giovani considerano bere ed ubriacarsi come parte dell divertimento, senza rendersi conto delle conseguenze a brave e a lungo termine. Diciamo pure che il consumo durante feste o nei luoghi del divertimento notturno è una parte integrante di questi momenti e l’unica misura preventiva che si può prendere è l’informazione: scuole e famiglie dovrebbero essere i due luoghi da cui far partire il contatto con i giovani per fare in modo che siano consapevoli dei danni che l’alcol può causare.
La cosa più importante è riuscire al combattere l’idea che l’eccesso è sinonimo ci successo e sostituirla con una cultura sana del divertimento.

Paolo Baldassi

tratto da Konrad n. 124 di marzo 2007

L'abuso di alcol tra i giovani

Related posts

Dall’archivio di Konrad: LE FORMICHE NERE

Redazione KonradOnLine

L’estate è finita – Appunti su Furio

Riccardo Redivo

Quanti possibili destini ci sfiorano in ogni istante?

Redazione KonradOnLine

Leave a Comment